Con la presente circolare vengono impartite le disposizioni generali a tutto il personale operante, anche occasionalmente, nella scuola.

Il personale, nell’ambito delle rispettive competenze, dovrà:

  • contribuire, insieme al dirigente scolastico, ai suoi collaboratori e ai referenti della sicurezza di ogni plesso all’adempimento degli obblighi previsti a tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro;
  • osservare le disposizioni e le istruzioni impartite dal dirigente scolastico, dai suoi collaboratori e dai referenti della sicurezza ai fini della protezione collettiva e individuale;
  • utilizzare correttamente le attrezzature di lavoro;
  • utilizzare in modo appropriato i dispositivi di protezione;
  • segnalare immediatamente, in forma scritta, al dirigente scolastico e ai referenti della sicurezza qualsiasi condizione di pericolo, qualsiasi anomalia o malfunzionamento di cui venga a conoscenza, adoperandosi direttamente, in caso di urgenza, per eliminare o ridurre le situazioni di pericolo grave e incombente, fatto salvo l’obbligo di cui alla lettera f);
  • non rimuovere o modificare senza autorizzazione i dispositivi di sicurezza o di segnalazione o di controllo;
  • non compiere di propria iniziativa operazioni o manovre che non siano di competenza ovvero che possano compromettere la sicurezza propria, degli allievi, di altri lavoratori o di altre persone;
  • rispettare il divieto di fumo in ogni locale scolastico e in ogni pertinenza anche esterna dell’edificio scolastico;
  • adoperarsi affinché le vie d‘uscita siano mantenute sgombre da qualsiasi materiale che rechi intralcio o possibilità di caduta al passaggio;
  • non usare all‘interno dei locali materiali infiammabili, esplodenti, a rischio chimico o biologico;
  • non fare uso di fiamme libere;
  • prestare attenzione alla eventuale fortuita presenza di liquidi sul pavimento per evitare cadute; la presenza di liquidi dovrà essere immediatamente segnalata al collaboratore scolastico, affinché provveda ad asciugare le parti bagnate prima che gli alunni entrino nei locali scolastici;
  • evitare di lavare il pavimento della scuola quando sono presenti gli alunni per il rischio di cadute (qualora fosse necessario lavare il pavimento occorre vigilare che gli alunni non transitino sulle parti bagnate);
  • evitare il sollevamento di pesi superiori ai 25 kg se maschi, ai 20 kg se femmine;
  • nell’utilizzo di apparecchiature elettriche:
  • non manomettere o modificare parti di impianti elettrici o di macchine;
  • segnalare interruttori, scatole di derivazione danneggiate e cavi scoperti;
  • segnalare ogni anomalia delle apparecchiature e dei sistemi elettrici, evitando comunque di intervenire sugli impianti;
  • non utilizzare mai le apparecchiature elettriche che non portino sul retro il marchio CE;
  • non toccare o usare apparecchi elettrici con mani bagnate o umide;
  • non inserire o disinserire la spina dalla rete elettrica con le mani bagnate;
  • assicurarsi che l’apparecchio non sia mai bagnato;
  • in presenza di fiamme, scintille o surriscaldamento dell‘apparecchio o della presa interrompere subito l‘alimentazione sia dell‘apparecchio sia della presa e segnalare;
  • non lasciare l’apparecchio incustodito quando è collegato alla rete elettrica;
  • non effettuare qualsiasi operazione di pulizia senza disinserire l’apparecchio dalla rete di alimentazione elettrica, o staccando la spina, o spegnendo l’interruttore dell’impianto;
  • in caso di danneggiamento del cavo e/o di cattivo funzionamento dell’apparecchio, spegnerlo, non manometterlo e fare la segnalazione;
  • staccare la spina dalla rete di alimentazione quando l’apparecchio non è utilizzato;
  • utilizzare l‘attrezzatura esclusivamente per l‘uso per il quale è stata costruita e attenersi alle istruzioni del manuale;
  • al termine delle attività didattiche e del lavoro d’ufficio, ricordarsi di spegnere tutte le apparecchiature elettriche;
  • comunicare al Dirigente scolastico o al Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza l’eventuale insorgenza di situazioni di mobbing o generanti stress lavoro-correlato al fine dell’attivazione, nel rispetto della privacy, di quanto previsto dalla normativa e dal DVR.

RISCHIO CHIMICO 

  • I materiali di pulizia devono essere custoditi in apposito locale o armadio, chiusi a chiave e fuori dalla portata degli studenti.
  • Ogni contenitore deve riportare l’etichetta con l’indicazione ben leggibile del contenuto (è vietata la conservazione di qualsiasi prodotto in recipienti anonimi). E’ vietata la conservazione di prodotti in recipienti per alimenti, anche se chiaramente etichettati.
  • Le sostanze classificate chimico – pericolose ed i detersivi non devono essere lasciati incustoditi in locali o ambienti frequentati dagli studenti.

Prima di utilizzare qualsiasi prodotto leggere attentamente l’etichetta e le schede di sicurezza (o tecniche) ed attenersi alle misure di prevenzione e protezione in esse indicate.

Nell’uso di detersivi o detergenti:

  • utilizzare guanti idonei;
  • non miscelare tra loro prodotti diversi;
  • non eccedere nei dosaggi;
  • non bere o mangiare.

Quando vengono utilizzati prodotti nocivi, irritanti o corrosivi adottare appropriati provvedimenti finalizzati a limitare il livello e la durata dell’esposizione; in particolare:

  • per evitare l’assorbimento cutaneo utilizzare guanti idonei e i dispositivi di protezione indicati nelle schede di sicurezza (mascherina e occhialini);
  • limitare il livello di esposizione aerando i locali tramite l’apertura delle finestre;
  • la permanenza negli ambienti nei quali sono state utilizzate tali sostanze deve essere limitato allo stretto necessario;
  • l’acceso ai locali nei quali sono state utilizzate tali sostanze (es. servizi igienici) deve essere interdetto per il tempo necessario ad abbassarne significativamente la concentrazione in aria (almeno 5 minuti).

RISCHIO BIOLOGICO

Nel caso si renda necessario l’intervento per infortunio (es. tagli, abrasioni, contusioni) è obbligatorio l’uso di mezzi di protezione individuale e del materiale in dotazione nelle apposite cassette di pronto soccorso.

L’attività di pulizia dei servizi igienici deve essere effettuata utilizzando guanti idonei (es. guanti in PVC o usa e getta).

RISCHIO ARCHITETTONICO

  • Comunicare al Dirigente scolastico e/o al Referente per la sicurezza eventuali anomalie igienico- edilizie (sfogliamenti dell’intonaco, lesioni strutturali a vista, crepe, distacchi, macchie dovute all’infiltrazione di acqua, distacchi di piastrelle della pavimentazione, ecc.) e transennare la zona fonte di pericolo in attesa di un pronto intervento di manutenzione.
  • Provvedere a eliminare, o rendere comunque innocui gli spigoli vivi.

MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

In caso di sollevamento, trasporto o spostamento di pesi (non superiori ai 25 kg se maschi e ai 20 kg se femmine):

  • flettere le ginocchia e non la schiena;
  • mantenere il carico quanto più possibile vicino al corpo;
  • evitare i movimenti bruschi o strappi;
  • assicurarsi che la presa sia comoda e agevole;
  • effettuare le operazioni, se necessario, in più persone;
  • evitare le rotazioni del tronco, ma effettuare lo spostamento di tutto il corpo;
  • evitare il sollevamento o il trasporto di materiale:

– ingombrante o difficile da afferrare;

– in equilibrio instabile;

– che per essere maneggiato deve essere tenuto distante dal tronco;

– che comporti una torsione del tronco;

– in condizioni che comportano rischi di inciampo o di scivolamento.

SCALE PORTATILI

Utilizzare le scale portatili solo se rispondenti alla normativa EN131 (etichetta presente sul montante delle scale), se autorizzati e sempre con la presenza di un’altra persona, rispettando le seguenti indicazioni.

Prima di salire

  • verificare che i sistemi di delimitazione dell’apertura siano efficienti;
  • verificare che i vari componenti della scala (piedini in gomma, gradini, montanti, base di appoggio) siano integri;
  • posizionare la scala su superfici piane e resistenti (non appoggiare la scala su supporti instabili o di fortuna);
  • assicurarsi che la scala sia completamente aperta;
  • accertarsi che la stabilità complessiva della scala sia garantita.

Durante l’utilizzo

  • non collocare la scala in prossimità di balconi, di porte e finestre (a meno che non possano essere bloccate o chiuse);
  • salire e scendere con il viso rivolto verso la scala;
  • salire sulla scala fino ad un’altezza che consenta di disporre, in qualsiasi momento, di un appoggio e di una presa sicura;
  • utilizzare la scala nella posizione frontale rispetto alla superficie di lavoro;
  • non salire in più persone sulla scala contemporaneamente;
  • non utilizzare la scala per pulire i vetri, ma ricorrere a manici telescopici;

Al termine del lavoro riporre la scala in posizione chiusa e al riparo dagli agenti atmosferici.

I docenti, in particolare, dovranno:

  • nell’ambito della propria attività, esigere da parte degli allievi il rispetto delle regole previste e promuovere la cultura della sicurezza;
  • verificare l‘idoneità degli strumenti utilizzati durante le attività didattiche;
  • vigilare che i banchi siano disposti in modo da consentire una rapida evacuazione dell’aula e il percorso sia sgombro da qualsiasi ostacolo (zaini o altro);
  • verificare che nelle aule siano esposti i piani di evacuazione;
  • vigilare che gli alunni non utilizzino spazi impropri e che non restino da soli o in posti isolati;
  • evitare l’uso improprio e non controllato di attrezzi, sussidi, materiali e sostanze;
  • usare sostanze atossiche per le attività manuali e artistiche;
  • far usare agli alunni forbici con punte arrotondate;
  • escludere ogni gioco violento e organizzare attività adeguate agli spazi interni;
  • durante le attività all’aperto, vigilare su tutto lo spazio di libero movimento concesso agli alunni, soprattutto in direzione di possibili pericoli.

INFORTUNI AGLI ALUNNI

  • In caso di infortunio o emergenza sanitaria prestare i primi soccorsi ricorrendo alle figure sensibili che abbiano frequentato il Corso.
  • In caso di perdita di sangue e/o di altri liquidi organici, utilizzare guanti monouso.
  • Se necessario chiamare il 118.
  • Avvertire immediatamente i genitori dell’alunno o altri parenti reperibili, utilizzando il telefono della scuola.
  • Farsi consegnare il certificato per la denuncia INAIL, se del caso, o comunque copia per l’Assicurazione.
  • Informare dell’accaduto, immediatamente l’Ufficio di Segreteria della Scuola.
  • Presentare tempestivamente alla Segreteria una relazione scritta sull’accaduto, utilizzando la modulistica.
  • I referenti della sicurezza presteranno attenzione affinché non venga a mancare il materiale sanitario e segnaleranno direttamente all’Ufficio di segreteria le eventuali carenze.

INFORTUNI AL PERSONALE

Gli infortuni che eventualmente dovessero accadere ai docenti e al personale non docente sul luogo di lavoro o in itinere e che comportino una prognosi superiore a tre giorni debbono essere comunicati al Dirigente scolastico che deve provvedere a denunciare il fatto all’INAIL entro 48 ore dalla presentazione del certificato medico.

TUTELA DELLE LAVORATRICI MADRI

Al fine di consentire l’attivazione delle procedure contemplate dalla normativa è necessario che le lavoratrici gestanti, puerpere o in periodo di allattamento informino tempestivamente il Dirigente scolastico della loro situazione, mediante esibizione di certificazione medica, al fine dell’attivazione, nel rispetto della privacy, di quanto previsto dalla normativa e dal Documento Valutazione Rischi.

La presente comunicazione ha validità permanente.

Il Dirigente scolastico
Maria Grazia Ricci